I nostri servizi

L’obiettivo del nostro progetto è quello di occuparsi di tutte le difficoltà psicologiche dell’età evolutiva, dalle difficoltà dell’apprendimento, ai disturbi del linguaggio ai disturbi d’ansia.

Le strategie per occuparsi di una serie così variegata di disturbi sono necessariamente molteplici e richiedono il confronto continuo tra professionalità diverse, al fine di accogliere il bambino e l’adolescente, ponendoli al centro di una visione multidisciplinare, creando un’alleanza continua tra i professionisti, la famiglia e la scuola.

L'equipe del nostro centro è formato da logopedisti, neuropsicomotricisti, psicomotricisti relazionali, e psicologi dell'età evolutiva.


La psicomotricità è una pratica fondata sul concetto di espressività motoria che considera l'individuo nella sua globalità psico-corporea, psico-tonica e psico-motoria. Si concretizza in attività adatte a tutti i bambini dai 2 ai 10 anni che mirano al loro sviluppo armonioso, senza tendere all’apprendimento immediato ma lavorando sulla possibilità del bambino di apprendere, attraverso la sperimentazione del proprio corpo.

“La Psicomotricità’ il piacere di vivere il proprio corpo che è essenzialmente piacere del movimento stesso senza finalità” (B. Aucouturier)

Leggi i dettagli

Il percorso mamma bambino è rivolto a genitori e bambini ( 9-36 mesi) per sviluppare uno sguardo più attento, costruire la fiducia e imparare a regolare le emozioni nella relazione affettiva col proprio piccolo.

Leggi i dettagli

Il logopedista è il professionista sanitario che svolge la propria attività nella prevenzione e nel trattamento riabilitativo dei disturbi del linguaggio, della comunicazione, delle funzioni orali e della deglutizione in età evolutiva, adulta e geriatrica. In particolare si occupa dell’educazione e della rieducazione dei disturbi della voce, dell’articolazione verbale, del linguaggio orale e scritto, della comunicazione, della deglutizione, conseguenti prevalentemente a disfunzioni comunicativo-sociali, cognitive, prassiche, a deficit uditivi, a traumi, lesioni cerebrali o interventi chirurgici. ( D.M.S 14 settembre 1994,n742)

Leggi i dettagli

Il Terapista della neuropsicomotricità dell’età evolutiva si occupa della «terapia e della riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili» (D.M n. 56 del 1997).

La professione, unica tra le professioni sanitarie riabilitative, si caratterizza da un lato per la sua competenza specifica sui bambini dalla nascita fino ai 18 anni di età, e, dall’altro, per un intervento di tipo “globale”, attento a considerare, per ogni fascia d’età, l’equilibrio complessivo e l’integrazione di tutte le funzioni e le competenze nonché l’interazione tra evoluzione della patologia e stadio di sviluppo.

Leggi i dettagli

“L’arte terapia è una formulazione della cosiddetta esperienza interiore. Quella vita interiore che è impossibile raggiungere per mezzo del pensiero discorsivo, perché le sue forme sono incommensurabili con le strutture del linguaggio. In questo contesto la parola forma è essenziale. E’ l’ordine e la struttura con la quale l’espressione artistica concretizza le esperienze. Ci dà la possibilità di riconoscere, far emergere e padroneggiare l’esperienza interna”.
Edith Kramer

Leggi i dettagli

La consulenza genitoriale gioca un ruolo fondamentale nel sostenere i genitori nel loro ruolo educativo e affettivo e nell’attivare le loro risorse e competenze. Inoltre la letteratura scientifica mostra come il coinvolgimento dei genitori nei trattamenti di psicoterapia cognitivo-comportamentale in età evolutiva aumenti l’efficacia del trattamento stesso.

La consulenza genitoriale aiuta i genitori a comprendere il proprio dialogo interiore e quello del proprio figlio bambino o adolescente, ossia il meccanismo attraverso cui la persona elabora la propria visione degli eventi attraverso la propria esperienza personale. La maggior parte delle reazioni personali, infatti, sono influenzate dal modo in cui vengono interpretati gli eventi interni o esterni, cioè dal modo in cui si pensa e si formano attraverso esperienze sensoriali, messaggi trasmessi dai genitori, insegnanti, amici o conoscenti. Tali modi possono poi diventare abituali e problematici.

Leggi i dettagli